Sito di stoccaggio provvisorio ex CDR di Battipaglia

La realizzazione del sito di stoccaggio delle ecoballe a prevalente servizio dell’impianto ex CDR di Battipaglia fu prevista dall’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei ministri del 31 marzo 2008 nell’area individuata all’interno dell’impianto ex CDR di Battipaglia. L’area veniva affidata al Consorzio Comuni Bacino SA2 per la realizzazione e gestione del sito di stoccaggio. I conferimenti ebbero inizio nel mese di giugno del 2008 raggiungendo la massima volumetria nel medesimo mese, con un quantitativo complessivo stoccato di 5.253 tonnellate (corrispondente 3.736 ecoballe). Il sito ha un’estensione a un’estensione di circa 2.100 m2.

Con decreto legge del 30 dicembre 2009 fu disposto il trasferimento delle competenze sugli impianti di trattamento dei rifiuti alle Province e relative Società provinciali.

La Provincia di Salerno, con l’ordinanza del 5 gennaio 2010 dispose che la gestione fosse affidata a EcoAmbiente Salerno S.p.A..

Il sito di stoccaggio è munito di una copertura finale in HDPE e di un idoneo sistema di regimentazione delle acque meteoriche. EcoAmbiente Salerno S.p.A. avviò le prove finalizzate alla selezione e recupero di materia, presso impianti terzi, in previsione dell’attuazione degli indirizzi previsti nel nuovo piano di rimozione dei siti di stoccaggio provvisorio insistenti sul territorio regionale.

Viene effettuata una costante evacuazione del percolato prodotto e inoltre, in relazione alle caratteristiche costruttive del sito, una periodica manutenzione al sistema di sollevamento elettromeccanico dei liquidi di percolazione prodotti nonché puntuali interventi di riparazione ai teli impermeabili di ricopertura.