Impianto di recupero imballaggi Casal Velino

Il 6 agosto del 2020 Eda Salerno ha disposto il subentro della società EcoAmbiente Salerno S.p.A. nella gestione dell’impianto pubblico sito nella frazione Vallo Scalo del comune di Casal Velino – già gestito dal Consorzio dei Comuni del Bacino SA/4 – con conseguente affidamento “in house” del servizio di trattamento, selezione ed avvio a recupero dei rifiuti da imballaggi prodotti nei comuni dell’ATO Salerno.

Il 12 marzo 2021 l’intervento di “Riammodernamento e ristrutturazione dell’impianto di selezione rifiuti sito in Casal Velino, localita’ Vallo Scalo” è stato ammesso a finanziamento a valere sulle risorse del FSC 2014-2020. Soggetto attuatore è l’EdA Salerno.

L’impianto di selezione è costituito da due linee: una di selezione del multimateriale e l’altra di imballaggio del materiale selezionato. L’impianto è alloggiato all’interno di un capannone. All’interno, sul lato sinistro, è presente la zona di scarico del multimateriale in ingresso, mentre all’estremità destra inizia la linea di selezione del multimateriale.

Linea di selezione del multimateriale

II materiale viene immagazzinato, con l’ausilio di mezzi meccanici, nella tramoggia di carico a pavimento della stessa linea di selezione del multimateriale. Successivamente passa attraverso una tramoggia estrattrice, dotata di vibratori e coltelli aprisacchi, per l’apertura delle buste di plastica, per poi arrivare, tramite un nastro trasportatore, alla cabina di selezione vera e propria, la quale è un locale insonorizzato, tenuto in depressione al fine di garantire un costante ricambio d’aria. All’interno della cabina vi è un nastro orizzontale che scorre tra le sei postazioni di lavoro (tre per lato) per la cernita manuale di carta, cartone, plastica, film, shopper, ecc … Vi è un separatore magnetico a nastro SM-NS Gauss Magneti che ha la funzione di separare la frazione magnetica del materiale che transita. Vi è inoltre, a valle della linea di cernita, un separatore magnetico a correnti indotte ELS Gauss Magneti per separare i metalli e leghe non ferrose, tipo lattine di alluminio, dal materiale inerte. Infine è presente una linea di separazione per il convogliamento del materiale di scarto (sovvallo) in un cassone scarrabile, posizionato all’esterno del fabbricato, sotto apposita tettoia. A servizio della linea di selezione sopra descritta insistono un quadro elettrico di controllo impianto e di comando, cassonetti di raccolta del ferro e dell’alluminio, cassonetti per la raccolta dei residui e infine i cassoni scarrabili per il contenimento del vetro selezionato, della plastica e dell’alluminio.

Linea di imballaggio

Sempre all’interno del capannone è presente una tramoggia di carico del materiale selezionato, dalla quale, attraverso un nastro, il materiale stesso arriva alla bocca di carico della pressa imballatrice. Per tale linea sono stati previsti dei mezzi meccanici a supporto, quali pala caricatrice, per i materiali di raccolta differenziata, un carrello elevatore per le balle, un automezzo tipo scarrabile per il trasporto di materiali selezionati e carrelli manuali per la movimentazione.

L’intervento di progetto prevede:

  1. L’installazione di aprisacchi e separatore balistico;
  2. L’installazione di un’unità di smistamento NIR;
  3. Il riammodernamento del caricamento, nastri trasportatori e selezione manuale;
  4. Il riammodernamento della filmatura e pressatura;
  5. Il riammodernamento del sistema di aspirazione ed abbattimento aria;
  6. L’installazione dell’impianto elettrico;
  7. L’installazione del software di processo.
 

La gara d’appalto è stata espletata e sono stati aggiudicati i lavori.